NUTRIRE IL PIANETA – ENERGIA PER LA VITA

Expo Milano 2015 è – come dice il sito ufficiale dell’Expo Milano 2015 – un’esposizione universale con caratteristiche assolutamente inedite ed innovative. Non solo una rassegna espositiva, ma anche un processo partecipativo che intende coinvolgere attivamente numerosi soggetti attorno ad un tema decisivo: Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita. Expo Milano 2015 sarà un evento unico che incarna un nuovo concept di Expo: tematico, sostenibile, ovviamente all’avanguardia rispetto al déjà vu.
Il sito espositivo si sviluppa su due assi ortogonali, che richiamano il Cardo e il Decumano della città romana, impreziosito da un paesaggio straordinario il cui aspetto ricorda un’isola, ricca di spazi verdi e interamente circondata dall’acqua.

Il tema dominante di questa esposizione sarà l’alimentazione in tutte le sue sfaccettature, dalle origini del cibo fino al suo consumo sulle nostre tavole. La cultura dei prodotti culinari e le tradizioni di ogni Paese, le tecnologie per la coltivazione e produzione, la creatività gastronomica saranno solo alcuni degli aspetti trattati nei nove Cluster (padiglioni) della fiera. Si ripercorreranno anche tematiche già sviluppate in maniera meno approfondita nelle precedenti edizioni della manifestazione (ad esempio il tema dell’acqua in occasione dell’Expo 2008 tenutosi a Saragozza), ma le si riproporrà alla luce di nuovi scenari globali e relative problematiche, focalizzando l’attenzione sul diritto universale ad un’alimentazione sana, sicura e sufficiente.
La preoccupazione per la qualità e quantità globale del cibo nella prospettiva di molti futurologi è forte.

Come dichiara Expo nel suo sito ufficiale, gli obiettivi primari saranno:
• rafforzare la qualità e la sicurezza dell’alimentazione (= cibo sano e acqua potabile a sufficienza per tutti);
• debellare carestie e pandemie, garantendo altresì un’alimentazione sana e di qualità all’umanità, per porre fine alla malnutrizione e mortalità infantile che ad oggi colpiscono 850 milioni di persone sul Pianeta;
• prevenire le grandi malattie sociali della nostra epoca, dall’obesità alle patologie cardiovascolari, dai tumori alle epidemie più diffuse, evidenziando le pratiche che permettono la risoluzione di queste malattie;
• innovare l’intera filiera alimentare tramite la ricerca, la tecnologia e l’impresa: per migliorare le caratteristiche nutritive dei prodotti, la loro conservazione e distribuzione;
• educare ad una corretta alimentazione e favorire nuovi stili di vita;
• valorizzare la conoscenza delle tradizioni alimentari come elementi culturali e etnici.
Durante i mesi dell’Expo i temi caldi saranno le tecnologie applicate al settore alimentare partendo dalla tutela della bio-diversità e dell’ambiente in quanto ecosistema dell’agricoltura, l’individuazione di migliori strumenti di controllo e di innovazione (biotecnologie, monitoraggio delle contraffazioni) e l’affermazione di nuove fonti alimentari per le aree del mondo sottosviluppate o minacciate (da desertificazione/siccità, carestie, impoverimento ittico), con l’obiettivo ultimo di garantiresano sostentamento al genere umano e consapevolizzare il consumatore finale su ciò che mangia.

Un viaggio attraverso i sapori

I visitatori, coinvolti in prima persona in percorsi tematici e approfondimenti sul complesso mondo dell’alimentazione, hanno l’opportunità di compiere un vero e proprio viaggio intorno al mondo attraverso i sapori e le tradizioni dei popoli della Terra. Expo Milano 2015 sarà infatti la prima esposizione della storia a essere ricordata non solo per i manufatti realizzati ma soprattutto per il contributo al dibattito e all’educazione sull’alimentazione, sul cibo, sulle risorse a livello planetario. Expo sarà così il contenitore di un dialogo corale tra i protagonisti della comunità internazionale incentrato sulle principali sfide alimentari dell’umanità.

Fa che il cibo sia la tua medicina e la medicina sia il tuo cibo – Ippocrate

Il contributo di GV3

GV3 è partecipe di questo avvenimento, grazie alla cospicua presenza di macchine della flotta Venpa impiegate nel maxi cantiere in tutta la sua estensione e le sue specificità, dalla realizzazione della fermata della metropolitana M5 alle opere d’urbanistica collaterali, fino alla realizzazione degli stessi Cluster e rispettiva impiantistica, dipintura e allestimento. Nel solo mese di ottobre sono stati circa un centinaio i mezzi sollevamento e movimento terra impiegati intensamente per il compimento strutturale dell’esposizione, nel dettaglio sette escavatori JCB di grande dimensione; otto midiescavatori, un mini e un robot sempre JCB; 20 sollevatori telescopici fissi e roto a marchio Merlo e cinque JCB; quattro autogrù Locatelli ed un’unità Terex; tre pale gommate e una terna JCB; 20 piattaforme aeree verticali Genie, sette Iteco e una JLG; tre piattaforme aeree semoventi telescopiche Haulotte; quattro piattaforme aeree semoventi articolate JLG, oltre ad altrettante Genie e Haulotte; senza dimenticare i minidumper e i rulli Vibromax JCB.

 

Lascia un commento